Amos, un profeta con l’odore delle pecore

Amos è di solito considerato un profeta “minore” ma è un profeta estremamente profondo e in un certo modo molto attuale. Leggiamo alcuni versetti presi dall’omonimo libro.

pastore amosChi era Amos? Un pastore con l’odore delle pecore

Amos era un raccoglitore di sicomori e un pastore, una persona semplice come lo erano gli apostoli di Gesù. Per usare le parole di Papa Francesco “un pastore con l’odore delle pecore”. Essendo un uomo semplice, povero e probabilmente non molto colto, ha avuto su di lui la grazia di Dio che gli ha permesso di vedere cose che altri profeti o figli di profeti non erano in grado di vedere.

14 Amos rispose ad Amasia: «Non ero profeta, né figlio di profeta; ero un pastore e raccoglitore di sicomori; 15 Il Signore mi prese di dietro al bestiame e il Signore mi disse: Va’, profetizza al mio popolo Israele.

Amos 6, 14-15

La società in cui viveva Amos, una società mondana

La società in cui viveva Amos era ricca e benestante e relativamente sicura. La ricchezza ha però corrotto gli uomini con conseguente degenerazione del culto all’unico Dio.

6,1 Guai agli spensierati di Sion e a quelli che si considerano sicuri sulla montagna di Samaria! Questi notabili della prima tra le nazioni, ai quali si recano gli Israeliti! 2 Passate a Calnè e guardate, andate di lì ad Amat la grande e scendete a Gat dei Filistei: siete voi forse migliori di quei regni o è più grande il vostro territorio del loro? 3 Voi credete di ritardare il giorno fatale e affrettate il sopravvento della violenza. 4 Essi su letti d’avorio e sdraiati sui loro divani mangiano gli agnelli del gregge e i vitelli cresciuti nella stalla. 5 Canterellano al suono dell’arpa, si pareggiano a David negli strumenti musicali; 6 bevono il vino in larghe coppe e si ungono con gli unguenti più raffinati, ma della rovina di Giuseppe non si preoccupano. 7 Perciò andranno in esilio in testa ai deportati e cesserà l’orgia dei buontemponi.

Amos 6, 1-7

Papa Francesco ha dedicato una omelia intera proprio a questo brano:

Omelia della Messa celebrata oggi, 29 settembre 2013, a San Pietro, in occasione della “Giornata del catechista”

Amos, la degenerazione del culto a mera apparenza

Come spesso succede quando la mondanità e la ricchezza prevalgono si perde la memoria del vero Dio e la religione diventa mera tradizione e apparenza. Ma Dio non vuole offerte e olocausti ipocriti, vuole GIUSTIZIA!!

21 Io detesto, respingo le vostre feste e non gradisco le vostre riunioni; 22 anche se voi mi offrite olocausti, io non gradisco i vostri doni e le vittime grasse come pacificazione io non le guardo. 23 Lontano da me il frastuono dei tuoi canti: il suono delle tue arpe non posso sentirlo! 24 Piuttosto scorra come acqua il diritto e la giustizia come un torrente perenne. 25 Mi avete forse offerto vittime e oblazioni nel deserto per quarant’anni, o Israeliti?

Amos 5, 21-25

Amos e la profezia sugli ultimi giorni

Anche nel brano a seguito troviamo i ricchi e i commercianti disonesti che imbrogliano l’umile e il povero come ho già approfondito nell’articolo 666 il numero del Dio Denaro. Certamente c’è un legame tra ricchezza, commercio disonesto, ingiustizie sociali e la fine del mondo, lo troveremo ancora quando parleremo della grande Babilonia. In questa profezia, simile ad altre presenti nella Bibbia, si trova però un nuovo elemento: in quei giorni la gente cercherà la parola di Dio ma non la troverà.

8,1 Ecco ciò che mi fece vedere il Signore Dio: era un canestro di frutta matura. 2 Egli domandò: «Che vedi Amos?». Io risposi: «Un canestro di frutta matura». Il Signore mi disse: È maturata la fine per il mio popolo, Israele; non gli perdonerò più. 3 In quel giorno urleranno le cantanti del tempio, oracolo del Signore Dio. Numerosi i cadaveri, gettati dovunque. Silenzio! 4 Ascoltate questo, voi che calpestate il povero e sterminate gli umili del paese, 5 voi che dite: «Quando sarà passato il novilunio e si potrà vendere il grano? E il sabato, perché si possa smerciare il frumento, diminuendo le misure e aumentando il siclo e usando bilance false, 6 per comprare con denaro gli indigenti e il povero per un paio di sandali? Venderemo anche lo scarto del grano». 7 Il Signore lo giura per il vanto di Giacobbe: certo non dimenticherò mai le loro opere. 8 Non forse per questo trema la terra, sono in lutto tutti i suoi abitanti, si solleva tutta come il Nilo, si agita e si riabbassa come il fiume d’Egitto? 9 In quel giorno – oracolo del Signore Dio – farò tramontare il sole a mezzodì e oscurerò la terra in pieno giorno! 10 Cambierò le vostre feste in lutto e tutti i vostri canti in lamento: farò vestire ad ogni fianco il sacco, renderò calva ogni testa: ne farò come un lutto per un figlio unico e la sua fine sarà come un giorno d’amarezza. 11 Ecco, verranno giorni, – dice il Signore Dio – in cui manderò la fame nel paese, non fame di pane, né sete di acqua, ma d’ascoltare la parola del Signore. 12 Allora andranno errando da un mare all’altro e vagheranno da settentrione a oriente, per cercare la parola del Signore, ma non la troveranno. 13 In quel giorno appassiranno le belle fanciulle e i giovani per la sete. 14 Quelli che giurano per il peccato di Samaria e dicono: «Per la vita del tuo dio, Dan!» oppure: «Per la vita del tuo diletto, Bersabea!», cadranno senza più rialzarsi!

Amos 8, 1-14

Il brano sottolineato in nero del libro di Amos, a mio avviso, è strettamente legato ad un brano del vangelo di Matteo riguardo agli ultimi tempi. Alla fine dei tempi la gente disperata e senza guida cerchera la fede ma non la troverà, il popolo andra da “settentrione a oriente” e sarà sedotta dal molti falsi Cristi e falsi profeti. Molta gente approfitterà di questo periodo di tribolazione della fede, ma è essenziale tenere duro e capire il cuore della dottrina cristiana e ricordare che un albero velenoso non produce frutti buoni e dai frutti che produce si capirà la bontà dell’albero!!

Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo – chi legge comprenda -, 16 allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, 17 chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, 18 e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. 19 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni. 20 Pregate perché la vostra fuga non accada d’inverno o di sabato. 21 Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. 22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati. 23 Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete. 24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. 25 Ecco, io ve l’ho predetto. 26 Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete. 27 Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. 28 Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.

Matteo 24, 15-28

 “Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.”

Frase misteriosa, secondo la mia interpetazione sta ad indicare che dove ci saranno maggiori tribolazioni sarà anche dove si raduneranno falsi Cristi e falsi profeti, che si comporteranno come degli avvoltoi approfittando delle sofferenze della gente.

 

Annunci

3 pensieri su “Amos, un profeta con l’odore delle pecore

  1. Pingback: Le quattro Bestie di Daniele e la grande Babilonia | Le Profezie degli ultimi giorni

  2. Pingback: Gli eventi prima della fine del mondo | Le Profezie degli ultimi giorni

  3. Pingback: La restaurazione del regno di Israele e la battaglia finale dell’anticristo | Le Profezie degli ultimi giorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...